Portrait – Beat Furrer 17 dicembre 2010

venerdì 17 dicembre

Sala Casella – via Flaminia 118

P O R T R A I T  B E A T  F U R R E R

ore 19.00  INCONTRO

Marcello Filotei intervista Beat Furrer

segue Buffet

ore 21.00 CONCERTO

Livia Rado soprano

Marco Angius direttore

Ensemble Algoritmo

Roberta Gottardi clarinetto; Ciro Longobardi pianoforte;

Flavio Tanzi percussioni; Marco Rogliano, Marco Fusi violini; Gabriele Croci viola;

Paolo Andriotti violoncello; Dario Calderone contrabasso.

musiche di Beat Furrer

con il contributo  della PROHELVETIA Fondazione svizzera per la cultura

con la collaborazione ISTITUTO SVIZZERO DI ROMA

Beat Furrer nasce a Schaffhausen (Svizzera) nel 1954 dove inizia lo studio del pianoforte presso la locale Scuola di Musica. Trasferitosi a Vienna nel 1975, studia direzione d’orchestra con Otmar Suitner e composizione con Roman Haubenstock Ramati presso la Hochschule fuer Musik und Darstellende Kunst. Nel 1985 fonda il Klangforum Wien che dirige fino al 1992 e con il quale collabora tutt’ora in qualità di direttore d’orchestra. Su commissione della Wiener Staatsoper compone la sua prima opera “Die Blinden”. Nel 1994 in occasione del Festival “Steirischer Herbst”, viene eseguito per la prima volta il suo “Narcissus” all’Opera di Graz. Nel 1996 è compositore “in residence” presso il Luzern Festival. Seguono poi le prime di vari lavori dedicati al teatro musicale: “Begehren” è rappresentato a Graz nel 2001, “Invocation” a Zurigo nel 2003 e “Fama” a Donaueschingen nel 2005. Nell’autunno 2001, Furrer diviene professore titolare della cattedra di composizione presso la Hochschule fuer Musik un Darstellende Kunst di Graz. E’ inoltre professore-ospite presso la Hochschule fuer Musik di Francoforte dal 2006. Nel 2004 gli viene assegnato il Musikpreis della città di Vienna e l’anno successivo diviene membro dell’Accademia delle Arti di Berlino. Nel 2006 gli viene assegnato il Leone d’oro alla Biennale di Venezia per il suo lavoro ”Fama”.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...