The Cage Voice – 26 Giugno 2012

The Cage Voice

“To be sung without vibrato as in folk singing” è l’espressione usata spesso da John Cage nelle prefazioni alle sue composizioni vocali. “Folk singing” è un’espressione di ampio e ambiguosignificato, e non tanto denota una modalità performativa priva di “vibrato” – modalità che non necessariamente si identifica con uno stile di canto cosiddetto popolare – quanto piuttosto serve allo scopo di prendere le distanze da quel tipo di vocalità lirica che ha caratterizzato la musica colta occidentale dall’800 in avanti. Una posizione comune a molti autori del XX secolo che, come Cage, hanno preferito esplorare tipi di vocalità diverse da quella tipica della tradizione colta europea.   Un programma che ruota attorno alla Voce di John Cage, anche se abbiamo affiancato ai brani vocali alcuni classici per pianoforte preparato, ci ha avvicinato a un altro autore, molto caro al compositore statunitense, Erik Satie. Nella prefazione al brano per voce sola Sonnekus, infatti, Cage prevede “elsewhere with accompaniment any cabaret songs by Satie may be performed (at a distance from the audience)”.    Le due chansons di Satie inserite nel concerto, un’eclettica miscela di lirismo, ironia e tono arcaicizzante, sono state arrangiate per l’occasione per voce e chitarra, con l’intenzione di evidenziarne l’idea di vocalità intima, semplice ma duttile.    Il caso, il gioco – altri elementi tipici dello stile cageano che non sono presenti nei brani vocali di questo programma – vengono evocati in Ultima Rara Pop Song di Sylvano Bussotti.    Il brano, della serie delle Rare bussottiane, è composto per tre chitarre, ma prevede anche l’esecuzione solistica con suoni registrati, soluzione da me adottata per questa esecuzione, per la quale ho realizzato io stesso la registrazione.  L’apertura del programma abbiamo voluto dedicarla ad uno dei padri della musica statunitense, Elliott Carter, con un brano composto in età giovanile, nel quale l’autore sceglie di abbinare alla voce la chitarra in un ideale omaggio alle Lute Songs shakespeariane di John Dowland.

Stefano Cardi

FREON  http://www.freonmusica.com
Laura Polimeno, voce   Stefano Cardi, chitarra   Andrea Ambrosini, piano

Elliott Carter (1908) Tell me where is Fancy Bred (1938) per voce e chitarra Testo da Il Mercante di Venezia di William Shakespeare 

John Cage (1912-1992)  Sonata II, Primo Interludio  da Sonatas and Interludes for prepared piano (1946-48)     Four Walls (1944) Act I, Scene VII  per voce sola. Testo di Merce Cunningham

Erik Satie (1866-1925)  Deux chansons per voce e chitarra (arr. S. Cardi) Chanson medievale (1906) testo di Catulle Mendès
Chanson du chat da
Ludions (1923) testo di Léon-Paul Fargue

John Cage     Sonata V; Sonata XII  da Sonatas and Interludes for prepared piano (1946-48)                   

John Cage Experiences n.2 (1948) per voce. Testo da Sonnets – Unrealities of Tulips and Chimneys di Edward Estlin Cummings

John Cage The Wonderful Widow of Eighteen Springs (1942)
per voce e piano  Testo da 
Finnegan’s Wake di James Joyce

Sylvano Bussotti (1931)  Ultima Rara Pop Song (1969) per chitarra e suoni registrati (versione S. Cardi)

In collaborazione con Festival miXXer (Conservatorio Frescobaldidi Ferrara

Durante il concerto verranno esposte due opere di Lorenzo Indrimi dal titolo “I Want to Say Something About John”.
L’artista romano intende così ricordare una Collettiva del 1971 che si tenne all’Università di Maryland dal titolo “Editions in Plastic”.
In quella occasione, insieme ad altri artisti, John Cage e Lorenzo Indrimi parteciparono con dei lavori in plexiglas dal titolo, rispettivamente: “Not Wanting to Say Anything About Marcel” (Cage) e Balancing Object (Indrimi).

26 Giugno 2012 h 20.00, Sala Casella, Accademia Filarmonica Romana, via Flaminia 118. Roma

Concerto nell’ambito della manifestazione “I Giardini di Luglio” dell’Accademia Filarmonica Romana (25 giugno- 8 luglio 2012)
http://www.filarmonicaromana.org/

Programma7_7

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...